top of page

Settimana Europea della Mobilità 16-22 settembre 2023

Il tema annuale della SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITÀ per il 2023 è

il "Risparmio Energetico"


'Cerca di fare del tuo meglio, perché senza volerlo, ciò che fai influenza il mondo che ti circonda!'


Pertanto, io la prossima settimana (salvo questioni metereologiche avverse) mi sposterò sempre da casa a lavoro in bicicletta, rinunciando all'automobile e così facendo risparmierò all'ambiente emissioni di Co2 per 10,44 Kg - il calcolo è stato fatto utilizzando il coefficiente 0,12 fornito dal Ministero delle infrastrutture che associa a ogni tipo di auto un certo numero di emissioni di Co2 a chilometro.


Per la stessa linea di principio del buon esempio e dell'influenza verso il prossimo, chiedo a tutti gli amministratori, (Sindaci, Assessori e consiglieri comunali) che leggeranno questo mio articolo di fare altrettanto e dal 16 al 22 di muoversi dalle loro abitazioni ai Municipi in modalità green!

Così facendo daranno il loro piccolo contributo al risparmio di Co2 in ambiente, ma soprattutto daranno un grande esempio ai cittadini che rappresentano.



Mentre ci avviciniamo alle elezioni del nuovo Parlamento Europeo, è essenziale rivolgere l'attenzione alla Settimana Europea della Mobilità e chiedere ai nostri rappresentanti politici o aspiranti tali di adottare una strategia di mobilità sana e sicura che ponga l'ambiente al centro delle loro priorità, senza trascurare l'economia sociale;


Acquistare un'auto elettrica di ultima generazione non è affatto alla portata di tutte le famiglie, anzi risultano molto costose e quindi poco accessibili anche ai redditi medi. L'impatto ambientale della mobilità è una questione urgente e non possiamo più permetterci di ignorarlo. Le emissioni di gas serra e l'inquinamento atmosferico stanno minacciando la nostra salute e il nostro ecosistema. È giunto il momento di agire con fermezza e responsabilità per mitigare queste sfide. Ma dobbiamo farlo tenendo conto delle esigenze economiche e sociali delle nostre comunità.


Un elemento chiave in questa equazione è il trasporto pubblico. I mezzi pubblici rappresentano una soluzione sostenibile per ridurre l'impatto ambientale della mobilità. Tuttavia, affinché siano veramente efficaci, devono essere accessibili, sicuri e convenienti per tutti. Questo significa che i mezzi pubblici dovrebbero raggiungere non solo le aree urbane, ma anche le zone industriali e rurali ed aumentare notevolmente il controllo e la sicurezza dei passeggeri.


Un esempio tangibile di questa situazione è la zona industriale della città in cui vivo, Busto Arsizio; Un importante polo produttivo che offre lavoro a migliaia di persone. Purtroppo, questa zona è completamente priva di fermate di mezzi pubblici. Questo significa che i lavoratori che vivono nelle vicinanze o che desiderano utilizzare il trasporto pubblico per ridurre la congestione stradale e l'inquinamento sono costretti a cercare alternative poco sostenibili. Oltretutto questa occasione potrebbe creare inclusività nel mondo del lavoro per le fasce di persone che non dispongono della patente di guida o che semplicemente non riescono a sostenere il costo di una oppure seconda automobile.

Una mancanza di collegamenti efficienti nei luoghi di lavoro industriali non solo danneggia l'ambiente ma impedisce anche una transizione più fluida verso soluzioni di mobilità sostenibile ed inclusività.



L'appello alla politica è chiaro, dobbiamo investire nella creazione di una rete di trasporto pubblico accessibile ed efficiente che copra tutte le aree, comprese quelle industriali.


Questo non solo contribuirà a ridurre l'impatto ambientale, ma migliorerà anche la qualità della vita delle persone e sosterrà l'economia locale. Inoltre, l'accessibilità ai mezzi pubblici potrebbe motivare un numero crescente di cittadini a utilizzare questi servizi, riducendo ulteriormente il traffico su strada e le emissioni di Co2.


Le elezioni del nuovo Parlamento Europeo rappresentano un'opportunità cruciale per promuovere questa visione di mobilità sostenibile. È responsabilità dei nostri rappresentanti politici adottare politiche che favoriscano l'espansione dei mezzi pubblici e la creazione di infrastrutture sostenibili per la mobilità. È il momento di mettere in discussione l'attuale modello di mobilità e lavorare insieme per un futuro più verde e prospero.


In conclusione, cari lettori, la Settimana Europea della Mobilità è un richiamo alla nostra coscienza ambientale e sociale. Chiediamo ai nostri futuri legislatori europei di adottare una politica sana e sicura per la mobilità che ponga l'ambiente al centro ma tenga conto delle esigenze economiche e sociali. Solo così potremo costruire un futuro sostenibile per tutti.


leggi anche: https://mobilityweek.eu/home/

2.038 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page